Estratti del libro

Il primo capitolo di ogni libro

La mia pecora ascolta la mia voce

MSHMV EN 400px

La Fondazione. Impara come dimorare costantemente nella presenza di Dio e ascolta Dio parlare al tuo spirito per la direzione in ogni dettaglio della tua vita.

Contenuto

Capitolo 1 Per conoscere Dio 1
Capitolo 2 Una buona base 12
Capitolo 3 Perché Dio ha creato l'uomo? 19
Capitolo 4 Ascoltare il Signore 24
Capitolo 5 Passi pratici per la Fellowship con Dio 42
Capitolo 6 che istituisce la Fellowship con Dio 69
Capitolo 7 Essential Steps to Fellowship 79
Capitolo 8 Crescita giornaliera e Fellowship 90
Capitolo 9 La Porta Stretta e la Via Stretta 108
Capitolo 10 Conferma della voce di Dio 117
Capitolo 11 Come funziona il sistema di comunicazione matura 134
Capitolo 12 Mettere tutto insieme 143
Capitolo 13 Conclusion 162

Introduzione

Questo libro è stato scritto per insegnarti come ascoltare la voce del Signore e come essere guidato dal suo Spirito. Non pretendo di avere tutte le risposte su questo argomento, ma conosco personalmente Colui che ha le risposte.

Ciò che è condiviso in questo libro non è una teoria, ma piuttosto ciò che ho imparato nel corso degli anni camminando con il Signore ogni giorno e cercando di ascoltare la sua voce in questioni che vanno dal più minuto a quelle che cambiano la vita. Questo libro non è affatto un insegnamento esauriente sul conoscere Dio e camminare con lui, ma ti darà una base solida e ti farà iniziare la tua strada per camminare con il Signore e avere comunione con lui. Ho cercato di condividere la luce che ho in modo chiaro e semplice in modo che tutti, da un credente appena nato a un santo esperto, possano comprendere appieno ciò che viene presentato.

Mi rallegro dello Spirito quando vi presento l'opportunità di conoscere intimamente il nostro prezioso Padre celeste e il nostro Signore e Salvatore, Gesù Cristo. Questo libro ti mostrerà come puoi avere una bella comunione con il nostro Creatore e il nostro Redentore.

Prepara il tuo cuore, apri il tuo spirito e continua a leggere ...

JC Hedgecock

Capitolo 1

Per conoscere Dio

Inizieremo questo studio con un capitolo sulla conoscenza di Dio personalmente. È importante capire che molti credenti nel mondo non conoscono veramente Dio. Anche se l'hanno incontrato quando hanno ricevuto Gesù nei loro cuori, non hanno intrapreso una relazione con lui. Pertanto, non hanno mai avuto modo di conoscerlo.

Ci sono molte scritture nella Bibbia che rivelano l'accesso che abbiamo a Dio e ciò che ci è stato reso disponibile attraverso Cristo. Poiché Gesù ci ha amato abbastanza da deporre la sua vita per la nostra redenzione attraverso il suo sangue, ci è stato dato il provvedimento di conoscerlo come pure il Padre. Lo scopo di Dio per i suoi figli è che entriamo in comunione con lui dopo aver accettato Gesù come nostro personale Salvatore, piuttosto che semplicemente "incontrare" Gesù e non avere mai una relazione personale con lui o il Padre.

Ci sono stati migliaia di libri scritti di Dio da persone che lo hanno conosciuto in qualche misura. Puoi studiare libri da quelli che sono stati riconosciuti come grandi uomini e donne di Dio. Puoi spigolare ciò che hanno imparato su Dio durante il periodo in cui erano nel ministero. Molti di questi fedeli servitori hanno camminato con Dio per cinquanta o sessant'anni e si può ottenere una visione di ciò che Dio è come studiando le loro vite. Questo è stato l'approccio adottato da molti credenti nel cercare di imparare di più su Dio. Molti hanno anche studiato gli scritti di Paolo, Pietro o altri le cui rivelazioni sono incluse nella Parola di Dio. In tal modo, si può acquisire più conoscenza su Dio e su come opera.

Tuttavia, questo ha creato un problema in "teologia". La chiesa si è concentrata sullo studio di Dio piuttosto che lo studio of Dio. Abbiamo etichettato lo studio su Dio come "teologia", e questo è insegnato nei seminari e nei college biblici di tutto il mondo. I credenti studiano la Bibbia, così come altri libri scritti da uomini e donne di Dio, per vedere cosa hanno da dire su di lui.Ma abbiamo perso la cosa più importante, che è lo studio personale e individuale di Dio stesso! La teologia pura non è lo studio di Dio. È lo studio of Dio. Dio intende per noi conoscerlo attraverso una relazione personale con lui!

Un salvatore personale

Quando ho ricevuto Gesù come mio personale Salvatore, non sono venuto sotto l'ombrello della salvezza di un'altra persona. Io sto in piedi o cade davanti a Dio da solo. La mia salvezza non dipende da un pastore, sacerdote, chiesa o denominazione. Dipende esclusivamente dal mio personale rapporto con Gesù Cristo.

La mia relazione con Dio si è sviluppata perché ho fatto lo sforzo di conoscerlo personalmente. Non è venuto perché qualcun altro ha cercato Dio per me. Se fosse stato possibile, i miei genitori si sarebbero presi cura di lui molto prima che accadesse. Mio padre era un pastore molto devoto che conosceva intimamente il Signore, ma dovevo andare sulla croce me. Ho dovuto aprire il mio cuore, umiliarmi e ricevere personalmente l'espiazione di Cristo. Nessun altro potrebbe riceverlo per me.

Ho ascoltato testimonianze di altri cristiani che avevano incontrato Gesù, ma dovevo ancora sperimentarlo per me stesso. La mia vita è cambiata quando sono diventato testimone oculare dell'amore di Dio e l'ho vissuto personalmente.

Conoscere Dio personalmente

La mia relazione personale con Dio è di poco beneficio per te,
perché devi provarlo per te stesso. Puoi lodare Dio per ciò che vedi nella mia vita o in quella di qualcun altro, ma non è lo stesso che avere questa relazione personale.

È un po 'come essere spettatori di un evento sportivo piuttosto che essere un giocatore nel gioco. È divertente guardare il gioco, ma è molto più eccitante essere coinvolto nel gioco reale! C'è molto di più da vincere o perdere se sei un giocatore.

È lo stesso per avere una relazione con Dio. A causa di ciò che ho investito nello sviluppo della comunione personale con Dio, questa relazione è di valore molto più grande per me piuttosto che per qualcuno che possa osservare quella relazione. Possono vedere i suoi meriti, ma non significa molto per loro perché non hanno trascorso gli anni a svilupparla che ho.

Incontri piuttosto che una relazione

In questi ultimi giorni, viene insegnato poco su come conoscere Dio e sviluppare una relazione personale e intima con lui. Ci viene insegnato come sperimentare la salvezza, come essere riempiti dallo Spirito, come Dio si manifesterà in particolari situazioni, ecc. Tuttavia, tali eventi sono spasmodici nella vita di un cristiano. Di solito ci sono lunghi intervalli di tempo tra i momenti in cui la maggior parte dei credenti è consapevole della presenza di Dio che si muove nelle loro vite.

Questo non è ciò che Dio intendeva! C'è un modo migliore. Sì, Dio ha intenzione per noi di avere queste esperienze e per farci godere le manifestazioni della sua presenza. Tuttavia, vi è una grande differenza tra incontrare qualcuno di tanto in tanto, piuttosto che rispettarli continuamente ogni giorno. Se vuoi davvero conoscere qualcuno, devi trascorrere del tempo con loro in modo coerente invece di avere incontri occasionali con loro. Dio vuole questo per te!

Il tipo di relazione con Dio di cui sto parlando è simile a quello che ho con mia moglie, Shirley. Perché siamo sposati da 1965, la conosco molto meglio di chiunque altro e lei mi conosce allo stesso modo. L'intimità che condividiamo perché i nostri cuori sono aperti ci consente di conoscerci a livello più profondo.

Eppure il Signore mi conosce molto più profondamente di questo! Conosce i pensieri e le intenzioni del mio cuore in ogni momento. Il mio cuore è totalmente esposto a Dio se voglio che sia aperto o no.

È possibile chiudere la porta del tuo spirito ad altre persone, ma nessuno può nascondere il loro cuore da Dio. Quando si scegliere per aprire il tuo cuore a Dio e cercare una relazione con lui, scoprirai che Dio inizierà anche ad aprirti il ​​suo cuore. Questo è il primo passo per sviluppare una relazione che va molto più in profondità di un incontro iniziale con lui.

La Fellowship di Dio è disponibile per te

Per molti anni, è stato sottinteso in alcuni gruppi cristiani che una relazione personale e intima con il Signore è stata disponibile solo per l'élite della leadership della chiesa. Sembrava impossibile avvicinarsi a Dio personalmente o essergli vicino. Tuttavia, negli ultimi anni c'è stato un risveglio spirituale e molti stanno cominciando a capire che Dio desidera l'amicizia tutti dei suoi figli.

Dio si sta muovendo nelle chiese e i cristiani si stanno godendo le manifestazioni del suo Spirito. Stanno cominciando a godere della presenza di Dio, ma ha continuato a essere il risultato di esperienze spasmodiche piuttosto che di una relazione continua.

Sfortunatamente, alcuni credenti hanno fatto una "carriera" di trasferirsi di chiesa in chiesa per sentire una mossa dello Spirito. Non si prendono il tempo per sviluppare una relazione personale con Dio e non lo conoscono veramente. Potrebbero essere molto interessati a conoscere le esperienze di altri che hanno incontrato Dio o che lo conoscono intimamente, ma non sono realmente interessati a fare alcuno sforzo per sviluppare una simile relazione con lui stesso.

Nostro Padre desidera la Fellowship con ognuno di noi

Dio ci ha creati per avere comunione con lui! Prima che Adamo peccasse, camminava in perfetta armonia con Dio. Il Signore scese nel fresco della sera per parlare con Adam. (Genesi 3: 8) Fu un grandissimo privilegio, ma Adamo perse quella fratellanza quando disobbedì a Dio.

Gesù è venuto a pagare il prezzo e colmare il divario che ci separava dal Padre. Ha dato la sua vita per rimuovere i nostri peccati in modo che possiamo avere ancora una volta la comunione con Dio che originariamente intendeva per noi avere. A causa della redenzione resa disponibile gratuitamente attraverso Gesù, possiamo accettare l'espiazione e tornare all'unità con il Padre. (Titus 3: 3-7, 1 John 1: 3)

Un sistema di valori perversi

Viviamo in un'epoca in cui le persone, compresi i credenti, sembrano cercare tutto tranne Dio! Abbiamo dato troppo valore a cose che hanno poco o nessun valore reale e abbiamo posto poco o nessun valore su cose che sono in realtà inestimabili. Tutto il nostro concetto di bene e male è stato pervertito. Siamo arrivati ​​al punto che stiamo manifestando ciò che la Parola ci mette in guardia in Isaia 5: 20. Ciò che è buono si chiama male, e ciò che è cattivo è chiamato bene.

Molti credenti hanno un perverso timore di Dio. Sono molto diffidenti nei suoi confronti, ed è accusato di quasi tutte le cose negative che accadono nelle loro vite. Sembra che Dio stia aspettando l'occasione per giudicarli duramente ogni volta che commettono un errore.

Allo stesso tempo, tutto bene nella nostra vita, di cui ci prendiamo il merito. Trascuriamo di dare a Dio la gloria per le cose buone di cui godiamo ogni giorno. Diamo anche credito al diavolo (o lo biasimo) per difetti di carattere che sono in realtà le manifestazioni della nostra natura egoista e ribelle. Abbiamo quindi elevato il diavolo a un regno di potere che non possiede!

Neghiamo anche il potere di Dio attraverso la nostra incredulità, mentre allo stesso tempo ci eleviamo come se avessimo il controllo sulla nostra vita e sul nostro futuro. Questo è il fondamento dell'umanesimo e, sfortunatamente, questo inganno dilaga tra i credenti! Il concetto che puoi controllare il tuo destino ed evolvere abbastanza "spiritualmente" per fare le scelte giuste e gestire la tua vita è una bugia da satana!

Ogni volta che ti sposti al di fuori di Cristo, non importa ciò che realizzi. Non ha un valore reale. Può avere benefici temporali, ma non ha assolutamente alcun valore eterno. Non c'è nulla di reale valore al di fuori di Gesù Cristo e della sua Signoria! Romani 7: 18a (AMPL) dice, "Perché so che nulla di buono dimora in me, cioè nella mia carne ..."

Vero successo

Oggi, il "successo" sembra essere il tema nella maggior parte delle chiese. Se ha successo, deve essere buono. Tuttavia, alcune delle persone più empie del mondo hanno il più grande successo. Ci sono molte persone che mentono, imbrogliano e rubano per ottenere successo. Non sto dicendo che è il male avere successo, ma fare del successo mondano il tuo obiettivo è un inganno che sfortunatamente si è fatto strada nella chiesa. Anche se lo ottieni, che cosa hai veramente? Hai acquisito qualcosa che ha solo valore temporale.

Diamo un'occhiata a Jeremiah 9: 23 e 24. "Così dice il Signore: Il saggio non si glori della sua saggezza, né l'uomo potente si glori nella sua forza, non si glori il ricco nelle sue ricchezze, ma che gloria gloria in questo, che capisce e conosce me, che io sono il Signore che esercita la benignità, il giudizio e la giustizia, sulla terra: poiché in queste cose mi diletto, dice il Signore ".

Il Signore dice di non gloriare in saggezza, potenza (potere) o ricchezza, ma la maggior parte delle ambizioni in questo mondo (anche nei credenti) coinvolge una o tutte queste tre categorie. Le persone sono spinte a raggiungere la conoscenza e si vantano della saggezza che hanno raggiunto.

Molti hanno costruito regni grandi e potenti sulla terra per mostrare la loro potenza. La natura carnale cerca questo tipo di potere e controllo. Parte dello scopo originale dell'uomo era di mantenere il dominio, tuttavia satana ha pervertito questo e ci induce a cercarlo dalla carne.

Infine, molte persone cercano di accumulare ricchezze in modo da poter essere completamente indipendenti, gestire le proprie vite e cercare ciò che desiderano i loro cuori. Le ricchezze danno loro il potere di soddisfare tutti i desideri della loro carne. Eppure il Signore ha detto di gloriarsi solo del fatto che tu lo conosci e lo capisci.

Gloria in Conoscere e Capire Dio

Come ho detto prima, c'è ben poca predicazione su come sia meraviglioso conoscere e capire Dio. Alcuni credenti agiscono come se tale pensiero fosse blasfemo. È quasi come se fosse irriverente pensare di poter capire (molto meno capire) Dio. Ma Dio non intende essere sconosciuto. Dio non sta cercando di nascondersi dai suoi figli. È leggero e come puoi nascondere la luce? Le opere di Gesù non sono state fatte in segreto. Ha parlato molto chiaramente di ciò che stava facendo e dei suoi propositi per le nostre vite.

Dio vuole che noi lo conosciamo e lo comprendiamo perché è nostro Padre! Quando Dio ti permette di superare i test, non sta cercando di renderti infelice. Dio vuole dimostrare il tuo cuore per vedere se ti fidi di lui abbastanza da obbedirgli se capisci cosa sta facendo o no. Allora inizierà a darti comprensione. Ti sposterà dall'essere un servitore all'essere un amico.

I discepoli erano con Gesù durante tutto il suo ministero. Hanno visto le moltitudini andare e venire a causa delle "parole dure" di Gesù. Gesù chiese persino a Pietro se fosse andato anche lui, ma Pietro rispose che non aveva nessun altro posto dove andare perché Gesù aveva le parole della vita. (John 6: 67 e 68) Dopo aver camminato con lui, Gesù chiamò i suoi discepoli amici invece che servi perché avevano fatto qualunque cosa gli avesse comandato di fare. (John 15: 14 e 15)

Un servitore non sa o capisce cosa sta facendo il suo maestro, ma un maestro spiegherà i motivi del suo cuore a un amico. Non capisci cosa sta facendo Dio quando inizi a servirlo per la prima volta. Semplicemente non funziona in questo modo. Inizi a passare del tempo con lui e obbedirgli.

Se ami Gesù, osserverai i suoi comandamenti. (Giovanni 14: 15) Allora il Padre e il Figlio verranno e faranno la loro dimora (dimora) con te. (John 14: 23) Si manifesteranno a te. Quando Dio dimorerà in te, comincerai a conoscerlo. Lo conoscerai meglio mentre si manifesta nella tua vita.

Dopo una stagione di cammino nell'obbedienza e nella comunione con Dio, inizierà a spiegarti alcune cose. Comincerà ad elevarti alla posizione di un amico. Mentre vede la fedeltà nel tuo cuore, inizierà a fidarsi di te con le informazioni sul suo regno. Inizierà a mostrarti Perché lui fa certe cose.

Ciò è particolarmente utile quando Dio richiede qualcosa di te che potrebbe causare la maggior parte dei cristiani a offendersi perché non capiscono i propositi di Dio. Se osservi Dio da lontano, a volte sembra che ciò che Dio fa è illogico. Tuttavia, quando lo conosci, vedi che tutto ciò che fa è perfetto in ogni modo.

Una fondazione scritturale

Dovremmo avere una buona base scritturale per qualsiasi cosa cerchiamo di appropriarsi nella nostra relazione con Dio. Ci sono verità fondamentali che sono disponibili per ogni figlio di Dio nel momento in cui entrano nel regno, ma queste verità richiedono una comprensione di base. Dobbiamo sapere chi siamo, cosa Dio si aspetta da noi e quale tipo di relazione Dio ci ha messo a disposizione.

In Giovanni 17, Gesù pregò per i suoi discepoli prima di essere arrestato e portato alla croce. Vi suggerisco di leggere e meditare su questo intero capitolo, perché mostra chiaramente il cuore del Signore per i suoi seguaci. John 17: 20 dice, "Nemmeno io prego per questi soli, ma anche per quelli che crederanno in me con la loro parola". Come puoi vedere da questo verso, Gesù ha pregato questa preghiera per noi e per i suoi discepoli.

Gesù ha pregato affinché noi ricevessimo il dono della vita eterna in Giovanni 17: 1-3. "Queste parole parlarono a Gesù, e alzarono gli occhi al cielo, e dissero: Padre, l'ora è venuta, glorifica il tuo Figlio, affinché anche il tuo Figlio ti glorifichi: come tu gli hai dato potere su ogni carne, che egli dovrebbe dare vita eterna a tutti quelli che gli hai dato. E questa è la vita eterna, che potrebbero sapere sei l'unico vero Dio, e Gesù Cristo, che hai mandato ".

Quando una persona accetta la redenzione trovata in Gesù Cristo, viene loro data l'opportunità di ricevere la vita eterna. Ma cosa significa veramente? (Giovanni 17: 3 è l'unica scrittura della Bibbia che definisce chiaramente e specificamente la vita eterna). La vita eterna è la capacità di sapere Dio e Gesù Cristo che ha mandato. Questa è l'essenza della vita eterna e Dio ha reso questo dono disponibile a ciascuno dei suoi figli. Ognuno di noi può conoscere Dio personalmente piuttosto che semplicemente conoscerlo.

Prima che il Signore mi rivelasse divinamente queste Scritture, pensavo che la vita eterna significava che non sarei mai morto. Mentre studiavo la Parola, mi resi presto conto che ero nato con uno spirito eterno che non sarebbe mai morto, indipendentemente dal fatto che mi fossi salvato o meno. Ogni spirito che è stato creato passerà l'eternità alla presenza di Dio o nel lago di fuoco, a seconda della scelta fatta da ciascuna persona per accettare o rifiutare Gesù Cristo. Sono stato sorpreso di scoprire che la vita eterna significava che potevo conoscere personalmente il Padre e il Figlio.

La parola sapere in John 17: 3 è definito nel greco originale come "sapere" (assolutamente), in una grande varietà di applicazioni e con molte implicazioni (come segue, con altre non così chiaramente espresse): - consentire, essere consapevoli ( di), sentire, (avere) conosciuto (-ledge), percepire, essere risolto, in grado di parlare, essere sicuri, capire. " (Strong's #1097 NT). Questo significato è paragonabile alla parola sapeva usato in Genesis 4: 1, quando Dio disse Adamo sapeva Eva e hanno concepito un bambino. (Strong's #3045 OT) Sapere e sapeva fondamentalmente significa conoscere qualcuno in una varietà di modi sperimentando l'intimità che è il risultato del trascorrere del tempo di qualità insieme, proprio come il modo in cui un marito conoscerebbe sua moglie. Deriva da entrambe le persone che si scambiano l'una con l'altra cuori piuttosto che loro menti.

Come ho detto prima, conosco mia moglie, Shirley, meglio di chiunque altro e lei mi conosce allo stesso modo. Abbiamo sempre avuto cuori aperti gli uni con gli altri. Poiché abbiamo sempre mantenuto un livello così profondo di intimità, godiamo di una relazione molto intima e personale. Questo è il tipo di "conoscenza" di John 17: 3 ci autorizza ad avere con il Padre e il Figlio.

Nella Famiglia

Puoi confrontare la vita eterna con la nascita in una famiglia naturale. La tua casa, il tuo cibo e il tuo rifugio fanno parte del pacchetto, ma la vera base di una famiglia è l'amore e la fratellanza di cui godono i membri che condividono una relazione personale tra loro.

Hai intravisto quanto è magnifico essere un figlio di Dio Onnipotente? Nostro Padre ci ha donato la vita eterna e siamo nati nella sua famiglia. Non è un funzionario eletto il cui mandato deve essere reintegrato ogni pochi anni. Lui è il Creatore dell'universo e tutto ciò che esiste. Egli possiede la terra e tutto ciò che è in essa, eppure ci ha dato il dono della vita eterna affinché possiamo sapere lui!

Mi stupisce che la maggior parte dei cristiani non si sia mai avvalso di questo invito. Sono troppo impegnati con le loro carriere o non hanno tempo per Dio perché preferiscono guardare la televisione o leggere un libro. In Atti 17: 28a, Paul ha detto, "Perché in lui viviamo, ci muoviamo e abbiamo il nostro essere ..."Paolo ha capito che Cristo è qualunque cosa! Tutto ciò che ha qualche valore si trova solo in lui, eppure pochissimi credenti accettano davvero questa verità. Non sembrano rendersi conto del privilegio e della bellezza di poter conoscere Dio.

Enoch

Enoch era uno dei più grandi uomini nella Bibbia. Genesis 5: 21 dice che ha generato Methuselah quando aveva 65 anni. A quel tempo, ha iniziato a camminare con Dio e ha continuato a camminare con lui per 300 più anni. Genesis 5: 24b dice, "... Dio lo ha preso" e lui non era più. Forse Dio si è stancato di fare il viaggio sulla terra per camminare con lui ogni giorno!

Oggi i credenti sembrano avere difficoltà a mantenere le cose dritte con Dio per tre giorni o tre settimane, molto meno 300 anni, eppure non c'è motivo per cui non possiamo camminare con Dio allo stesso modo. Ha reso la vita eterna a nostra disposizione. Vuole avere comunione con noi ora e prepararci a governare e regnare con lui durante il regno millenario e per l'eternità. (Revelation 2: 26 e 27 AMPL)

C'è un futuro a nostra disposizione come cristiani che va oltre la nostra comprensione. Abbiamo solo poco tempo per prepararci all'eternità. È fondamentale che conosciamo e comprendiamo il nostro Padre, perché la nostra eternità si basa sulla relazione che sviluppiamo con lui ora. La porta è aperta. Il Figlio ha fatto in modo che noi veniamo coraggiosamente al trono di Dio per ricevere grazia e misericordia. (Ebrei 4: 16) È solo grazie alla grazia di Dio che ci parlerà e avrà comunione con noi.

Mentre continui a leggere questo libro, ti incoraggio a sfruttare l'opportunità di conoscere Dio. Dio parlerà al tuo cuore. Puoi conoscerlo e sviluppare una relazione personale e intima con lui. Credi di essere Dio ed è un premiato di coloro che lo cercano diligentemente! (Ebrei 11: 6)