Chi siamo

Chi siamo - Ciò che insegniamo

Cosa insegniamo

Servi del Signore Ministeri è un ministero apostolico di insegnamento e formazione al servizio del corpo di Cristo. Il nostro scopo è aiutare i credenti a sviluppare una relazione d'amore con Dio. La visione del ministero da parte del Signore è di raggiungere coloro i cui cuori gridano di conoscere Dio ora. Alcuni credono che solo poche persone scelte o che hanno alte chiamate possano ascoltare Dio, ma desidera amicizia con tutti i Suoi figli. La vita eterna è molto più che rinascere. È un privilegio conoscere personalmente e intimamente il Padre e il Figlio (Giovanni 17: 1-3).

Fellowship e Comunione con Dio

Il messaggio di fratellanza e comunione con Dio si basa su semplici scritture. La rivelazione che la SOLM porta è su come effettivamente sviluppare una relazione con Dio e perché così tanti hanno perso la fratellanza e la comunione con Dio che avevano una volta. Gesù ha pagato il prezzo per noi per avere comunione con Dio dando la propria vita. Il Padre e il Figlio non hanno rimosso la barriera tra Dio e l'uomo, e quindi rendono difficile per noi conoscerlo. Molti sembrano avere difficoltà a conoscere Dio perché sono inclini a "cercare" di essere cristiani camminando in modi che sembrano giusti.

Problemi comuni

Alcuni hanno cercato di conoscere Dio acquisendo una maggiore conoscenza della Bibbia, ma avere una conoscenza delle Scritture non fornisce la vita eterna. Coloro che si sono trovati realmente alla presenza di Dio di solito trascorrono le loro vite cristiane "visitando" la Sua presenza di tanto in tanto piuttosto che rimanendo lì come Gesù ha comandato in Giovanni 15: 1. Alcuni si preoccupano delle benedizioni e dei doni che possono ottenere da Dio, ma questo non fornisce alcuna soluzione duratura. Altri non hanno trovato comunione con Dio perché mancano di un puro motivo o perché non sono stati disposti a pagare il prezzo di mortificare la loro carne e pentirsi dei loro peccati.

Il costo del camminare con Dio

Non si dice molto sul conteggio del costo per seguire Cristo come è spiegato in Luca 14: 26 e 27. Questa verità è stata spesso descritta come una parte negativa del Vangelo. Eppure le persone sono pronte a sopportare ogni tipo di prove e difficoltà per avere qualcosa in questa vita che sarà in seguito consumata dal fuoco (1 Corinthians 15). Per conoscere veramente Dio, dobbiamo pagare il costo per occuparci della carne e della nostra signoria in modo che possiamo venire alla Sua presenza e rimanere lì. Dobbiamo affrontare il peccato e renderlo il Signore funzionale delle nostre vite. Se lo facciamo, ci darà una pace che supera ogni comprensione (Filippesi 4: 4-8). Quando siamo riconciliati con Dio, possiamo iniziare a conoscere il Suo cuore e condividere i nostri cuori con Lui. Nella Sua presenza è pienezza di gioia (Salmo 16: 11).

La mia pecora ascolta la mia voce

Dovevamo comunicare con il Signore e comunicare con Lui alla Sua presenza. Gesù disse: "Le mie pecore ascoltano la mia voce, e io le conosco e loro mi seguono e io do loro la vita eterna ..." (Giovanni 10: 27-28a). Molti non credono che sia possibile ascoltare Dio, ma è semplice da fare quando si sceglie di fidarsi di lui (che è semplice fede) e si seguono le Sue istruzioni. C'è una grande differenza tra coloro che sono semplicemente rinati e quelli che conoscono Dio personalmente e possono comunicare con Lui. Se non riusciamo a sentire la voce del Signore, non possiamo seguirlo e obbedirgli. Molti si appoggiano alla propria comprensione perché non hanno la capacità di ascoltare la Sua voce. Appoggiarsi alla nostra comprensione è la cosa che non dovremmo fare se vogliamo che Dio diriga i nostri percorsi (Proverbi 3: 5-6). Se continuiamo a piegarci alla nostra comprensione dopo che siamo stati salvati, allora non siamo migliori del mondo!

Trattare con la natura carnale

Dio ha detto che avrebbe risposto a tutti quelli che invocano il nome del Signore. Gli israeliti chiamarono Dio quando erano nei guai, ma tornarono alle loro proprie mani quando li liberò dai loro problemi. Molti dei figli di Dio possono testimoniare di ascoltare la voce di Dio in un momento di crisi o difficoltà. Tuttavia, parlare a Dio delle grandi decisioni da solo e solo quando le cose si fanno difficili non è la base di una relazione. Gesù è morto perché potessimo camminare con Lui ogni giorno e essere guidati dal Suo Spirito.

La signoria di Gesù Cristo

Se Gesù non è il Signore funzionale delle nostre vite ogni giorno, non ci sarà alcun cambiamento reale nella nostra camminata cristiana. Sa cosa è meglio in ogni situazione, ma abbiamo un libero arbitrio e possiamo scegliere di prendere decisioni egoistiche dalla nostra carnalità invece di chiedergli cosa fare. Ha il diritto, per creazione e redenzione, di essere il Signore letterale delle nostre vite. Molti lo chiamano "Signore", ma solo quelli che fanno la Sua volontà entreranno nel regno dei cieli (Matteo 7: 21). Ci viene detto alla conversione che Egli è il nostro Signore e Salvatore, ma molti credenti non amano mai la relazione benedetta che viene quando Egli è veramente in carica e dando loro una direzione per la loro vita quotidiana.

Fellowship with God

Niente può separarci dall'amore di Dio, ma il peccato e la nostra signoria ci separano dalla sua presenza cosciente. Molti hanno perso la gioia della loro salvezza e non sanno come tornare alla presenza di Dio. Quando veniamo davanti al Signore nel pentimento delle nostre vie ribelli, Egli manifesterà il Suo amore per noi. Le Scritture dicono che la ragione per cui non esiste alcuna guarigione della nostra nazione e molti luoghi hanno un disperato bisogno di rinascere a causa dei nostri modi malvagi nella chiesa e non nel mondo (2 Chronicles 7: 14).

La mia pecora ascolta la mia voce

Come realmente Lo facciamo Signore delle nostre vite, Egli inizierà a parlare con noi e rendere la Sua presenza reale nelle nostre vite. L'insegnamento fondamentale del ministero è delineato nel primo libro di Joseph, My Sheep Hear My Voice. Questo libro contiene istruzioni semplici e pratiche su come avere un'intima comunione con Dio, e si riferisce a più riferimenti scritturali 300.

John 17: 1-3 Gesù alzò gli occhi al cielo e disse: "Padre, l'ora è venuta; glorifica il tuo Figlio, affinché anche il tuo Figlio ti glorifichi: come tu gli hai dato potere su ogni carne, affinché dia la vita eterna a tutti quelli che tu gli hai dato. E questa è la vita eterna, affinché possano conoscerti l'unico vero Dio, e Gesù Cristo, che tu hai mandato ".